Chiama subito! 0883 348027

Carico immediato sui denti singoli: è finita l’era del ponte

Come ben sai, da qualche anno è possibile fare il carico immediato anche su denti singoli. Ovvero, se ti manca un dente oppure si è “solo” fratturato, il tuo dentista te ne posizionerà uno tutto nuovo di zecca in una sola seduta. E non solo: non ti “costruirà” neppure un ponte nella tua bocca, come avveniva fino a poco tempo fa, ma lascerà intatti tutti gli altri denti.

Moltissime persone, infatti, subiscono la frattura o la perdita del dente per varie e diverse cause e poi, recatesi dal dentista, si affidano alle sue cure per rimediare al danno e ripristinare il sorriso.

Fino a pochi anni fa, la soluzione alla perdita di un dente era il tanto famoso ponte dentale. Un tradizionale ponte dentale viene realizzato con la creazione di una corona dentale per i denti ai due lati di quello mancante, che viene sostituito da uno artificiale. Questo lavoro comporta, innanzitutto, un tempo di attesa in cui il paziente resta privo del dente mancante e, poi, un trattamento lungo e invadente. Infatti, la creazione del ponte richiede il sacrificio di una porzione dei denti adiacenti a quello mancante: questi vengono privati di sostanza nobile (smalto e parte di dentina), vengono, cioè, limati e preparati all’inserimento delle corone che verranno alloggiate e cementate su di essi.

Come puoi capire, il ponte tradizionale crea un danno biologico e richiede tempo. Non è di certo la migliore delle cure, né la più celere.

Ma oggi possiamo contare su una nuova tecnica e si tratta proprio di quel segreto che ti ho svelato: il carico immediato su dente singolo. Ti spiego meglio. Se hai subìto la perdita di un dente, il tuo dentista ripristinerà il tuo sorriso in una sola seduta attraverso un impianto che viene collegato ad una nuova radice in titanio. E se, invece, hai un dente fratturato, in una sola seduta il tuo dentista procederà all’estrazione del dente fratturato e all’inserimento del nuovo impianto. Tutto in una sola seduta!

È vero che l’applicazione del nuovo impianto è a tutti gli effetti un piccolo intervento, ma è anche vero che gli altri denti naturali, che prima venivano intaccati dal ponte, ora restano completamente intatti. Viene salvaguardato tutto l’apparato dentale! Inoltre, il ponte dà problemi di mantenimento igienico: placca e batteri possono facilmente annidarsi dove si è perso il dente. Richiede, quindi, un’igiene particolare. I denti limati sono anche più a rischio ad infiltrazioni di carie rispetto ai denti non limati e devono sopportare il carico masticatorio aggiuntivo del dente mancante: devono, perciò, essere sani e privi di patologie infiammatorie o infettive.

Come avrai inteso, il ponte, anche se ha fatto passi da gigante, ormai tende a scomparire nel tempo perché superato dal carico immediato. Il tuo dentista di fiducia saprà garantirti in ogni situazione la migliore opzione per il tuo problema.

  • 8 novembre 2015